Fenicotteri rosa: una delle meraviglie faunistiche della Sardegna

I fenicotteri rosa sono uno degli animali più suggestivi da vedere e fotografare per appassionati di birdwatching e amanti della natura.

L’immagine di uno stormo di fenicotteri rosa in volo nei cieli blu della Sardegna, o mentre danzano sull’acqua con le loro esili zampe colorate, vale da solo il viaggio in questa meravigliosa isola.

Avvistare uno stormo di fenicotteri rosa in Sardegna non è un’esperienza che si vive tutti i giorni ed è davvero capace di regalare grandi emozioni.

stormo di fenicotteri rosa in sardegna

Sarà per via del suggestivo panorama che si incontra in Sardegna, una terra dove la natura è la protagonista assoluta del viaggio.
Sarà perché le tinte del rosa di questi splendidi uccelli si combinano alla perfezione con l’azzurro del cielo e del mare.
Sarà perché avere la possibilità di vedere e fotografare qualcosa di bello e unico non è solo un modo per farci sognare ad occhi aperti ma è anche un modo per arricchire le nostre anime.

I fenicotteri rosa in Sardegna sono una delle meraviglie faunistiche più suggestive che possiamo incontrare con più facilità in diverse località dell’isola anche se la nostra preferita è la laguna di Chia, una riserva naturale protetta situata nei pressi del Forte Village Resort.

Fenicotteri rosa e la Sardegna

I fenicotteri rosa vivono in Sardegna da generazioni, tanto che il popolo Sardo li chiama “Sa Genti Arrubia” che in dialetto sardo significa “Gente rossa”. Si pensa che i fenicotteri rosa abitassero in Sardegna già ai tempi di Plinio il Vecchio (23-79 d.C.) che ne parla nella sua famosa opera Naturalis historia. In queste terre hanno trovato il loro habitat ideale: lagune, laghi e crostacei di cui sono ghiotti. Vivono e si spostano in gruppo, ed è proprio questa loro caratteristica a renderli così belli da fotografare, soprattutto quando sono molto numerosi.

Qual è il momento migliore per andare in Sardegna a vedere i fenicotteri rosa?

Andare in Sardegna è sempre emozionante e ogni stagione regala le sue bellezze.
I fenicotteri rosa seguono le regole della natura, in inverno si riposano in piccoli gruppi, li possiamo trovare in diverse parti dell’isola, nei pressi dello stagno di Cabras, dello stagno di Santa Giusta o della laguna di Chia.

In primavera, si vedono muoversi nella celebre danza dell’amore: una vera e propria parata di gruppo in cui i maschi cercano di conquistare le femmine con movimenti aggraziati ed eleganti. Non è un caso che fenicottero in inglese si dica “flamingo” un termine che ricorda la celebre danza spagnola.

In estate, è possibile vedere il momento della nidificazione, uno dei più emozionanti, che comincia ad inizio giugno e termina a fine agosto, mentre in autunno i colori delle coste e dell’entroterra sardo fanno da cornice alla migrazione dei fenicotteri rosa da una fonte di cibo all’altra.

Perché i fenicotteri sono rosa?

Una curiosità che non tutti sanno è che il colore rosa dei fenicotteri deriva dal tipo di cibo di cui si nutrono: crostacei rossi, una specie che si trova in pochissimi posti al mondo e che rende la Sardegna un luogo davvero unico sul nostro pianeta.

 

Potrebbe piacerti anche

Vacanze da sogno: le TOP experience del Forte Village

Fauna Sardegna: natura e storia dell’isola

Flora Sardegna: natura e storia dell’isola

Sardegna in bici: 10 itinerari naturali più belli

Questo sito utilizza Cookies per migliorare l'esperienza. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi