andrea berton ricetta

Andrea Berton: storia dello chef e una ricetta speciale

Andrea Berton: al Forte Village lo chef stellato che ha conquistato Milano

In vacanza il benessere passa anche dalla tavola e quando si parla di cucina gourmet tra i Celebrity Chefs non può mancare Andrea Berton che porta i suoi piatti raffinati e moderni al Forte Village Resort il 25 e 26 luglio 2019.

Nato a San Vito al Tagliamento, in provincia di Pordenone, il 20 maggio del 1970, ma cresciuto a San Daniele del Fruli patria del prosciutto crudo, Andrea Berton dopo aver conseguito il diploma di maturità alberghiera prosegue la sua formazione a Milano in via Bonvesin de la Riva alla corte del primo ristorante italiano del grande maestro Gualtiero Marchesi. Oltre a Berton qui passeranno anche, tra gli altri, Carlo Cracco, Enrico Crippa e Davide Oldani.

Successivamente lavorerà in alcuni dei più importanti ristoranti del mondo: Mossiman’s a Londra, l’Enoteca Pinchiorri a Firenze e il Louis XV di Montecarlo sotto la guida del più famoso e amato chef della cucina francese, Alain Ducasse.

 

Rientrato in Italia, Berton conquista la sua prima stella Michelin alla Taverna di Colloredo di Monte Albano prima di tornare a lavorare con Marchesi come Executive Chef del gruppo. Il 2005 invece segna l’inizio della collaborazione con il ristorante Trussardi alla Scala, dove nel 2008 conquista la prima stella Michelin a cui seguirà, l’anno successivo, la seconda stella. Un traguardo straordinario cui si aggiungono altri prestigiosi successi come le Tre Forchette del Gambero Rosso nel 2010 e i Tre Cappelli nella guida dell’Espresso nel 2011.

Lo chef non si ferma qui e con un gruppo di soci apre nel settembre 2012 Pisacco Ristorante e Bar cui segue, nel luglio 2013, DRY Milano Cocktail&Pizza.

Ed è sempre nel 2013, nel mese di dicembre, che Andrea Berton inaugura il ristorante che porta il suo nome, dove lo chef presenta piatti moderni in cui a fare la differenza è la valorizzazione degli ingredienti di base e di altri poco conosciuti. A neanche un anno dall’apertura e più precisamente nel novembre del 2014, il talento di Berton viene ancora una volta premiato con una stella Michelin.

Negli anni successevi il percorso dello chef si arricchisce di altri importanti riconoscimenti: nel marzo del 2015 viene nominato Ambasciatore EXPO e nel settembre 2016 ottiene un punteggio di 18 su 20 dalla Guida Espresso e le Tre Forchette del Gambero rosso. Nell’ottobre dello stesso anno si aggiudica anche i Tre Cappelli della Guida ai Ristoranti d’Italia de l’Espresso e il premio Riso Scotti “Il Risotto dell’anno”. Sempre nel 2016, ad agosto, lo chef inizia la collaborazione con Il Sereno, lussuoso resort sul lago di Como, dove apre il ristorante Berton al Lago, mentre nell’aprile 2017 inaugura il nuovo DRY Milano, in viale Vittorio Veneto 28 a Milano.

Nel 2018, in occasione della presentazione della guida I Ristoranti d’Italia de l’Espresso, Andrea Berton vince il premio Il Piatto dell’Anno con la ricetta delle lasagnette di piccione e veste anche i panni di giudice nel cooking show, targato Rai, Il ristorante degli chef insieme a Isabella Potì e Philippe Léveillé.

Andrea Berton: i segreti della cucina moderna dello chef stellato 

Si può essere legati alla tradizione senza per questo rinunciare alla contemporaneità e alla voglia di sperimentare nuove combinazioni di sapori. Potrebbe essere questa la sintesi della cucina di Andrea Berton tra gli chef che rappresentano l’eccellenza culinaria del made in Italy.

Ricerca della qualità, semplicità e valorizzazione delle materie prime contraddistinguono la cucina di Berton fatta di piatti moderni che esaltano gli ingredienti base e recuperano il passato dell’arte della gastronomia. Un esempio è il menù “Tutto Brodo” che omaggia l’ingrediente un tempo poco considerato e oggi protagonista dei piatti di Berton.

 

Nella cucina di Andrea Berton il brodo diventa il principe del piatto, l’ingrediente essenziale e irrinunciabile di molte ricette che lo chef racconta anche nel suo primo libro di ricette “Non è il solito brodo”, edito da Mondadori nel 2017.

Secondo Berton la “Cucina dev’essere moderna e immediata con sapori sempre riconoscibili al palato” e al Forte Village lo chef conquisterà i nostri ospiti con degli speciali Spaghetti ai frutti di mare. Scopriamo insieme passo dopo passo la ricetta di chef Berton.

Ricetta

andrea berton ricetta

Spaghetti ai frutti di mare

Preparazione

Tagliare finemente lo scalogno, versarlo in una casseruola, aggiungere l’aglio in camicia e l’olio. Lasciare stufare e aggiungere i pomodorini precedentemente pelati. Aggiungere i frutti di mare gia lavati e fatti spurgare, lasciar cuocere per pochi minuti con un coperchio. Aggiungere le foglie di basilico, regolare di sale e pepe e togliere i gusci dei frutti di mare. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata. Una volta cotti, scolare e aggiungerli nella casseruola terminando la cottura mantecandoli con la salsa. Aggiungere gli spaghetti sul piatto e terminare con le foglie di prezzemolo cotte in acqua bollente salata, condire con olio extravergine e sale.

Ingredienti per 4 pers.

  • 1 spicchio di aglio
  • 2 scalogni
  • 20 pomodori datterini pelati
  • 20 cozze
  • 20 vongole
  • 20 tasolari
  • olio extra vergine di oliva
  • 10 foglie di basilico
  • 400 gr di spaghetti secchi
  • sale grosso
  • 20 grosse foglie di prezzemolo

 

Vuoi immergerti nella bellezza del mare di Sardegna e vivere una vacanza indimenticabile in un vero paradiso tra benessere, relax e gusto? Scopri il Forte Village Resort in Sardegna.

 

You May Also Like

Chef Andrea Berton: le novità in cucina per il 2020

Ricette di alta cucina gourmet: 10 secondi piatti

Cucina gourmet ricette: 10 primi piatti da chef stellati

Paolo Simioni: la ricetta gourmet dell’Executive chef del Forte Village

Questo sito utilizza Cookies per migliorare l'esperienza. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi