Alessandro Breda: la cucina gourmet al Forte Village

Alessandro Breda: al Forte Village lo chef stellato del Gellius

L’estate è sinonimo di viaggi alla scoperta della natura incontaminata fatta di un mare azzurro e trasparente e di spiagge dai colori originali come quella rosa in Sardegna, ma la bella stagione è anche l’occasione per immergersi negli aromi della cucina gourmet come quella di Alessandro Breda.

Alessandro Breda è tra le personalità più acclamate nel panorama culinario italiano e con il suo ristorante Gellius, a Oderzo, in provincia di Treviso, mescola sapientemente storia, innovazione e tradizione regionale.

Tra i grandi interpreti della cucina nazionale e internazionale che firmano i menù della stagione 2019 del Forte Village ci sono alcuni dei più grandi chef stellati Michelin pronti a conquistare il palato dei nostri ospiti con piatti gourmet abbinati ai vini delle migliori cantine.

Tra le celebrità dell’alta cucina che si esibiscono al resort c’è anche Alessandro Breda, classe 1968, nato a Conegliano Veneto, comune della provincia di Treviso.

Lo chef ha frequentato l’istituto alberghiero di Falcade, in provincia di Belluno, e a soli 19 anni, dopo aver lavorato alla corte di alcuni ristoranti stellati, entra nella brigata del Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi che tra i suoi allievi ha avuto anche un altro importante chef stellato, star della tv, Carlo Cracco.

All’esperienza triennale con Marchesi si sommano anche quella presso il ristorante Tantris di Monaco di Baviera con lo chef Hein Winter e un anno all’Enoteca Pinchiorri di Firenze, dove, oltre al già citato Carlo Cracco, ha lavorato anche lo chef stellato, volto della cucina moderna, Andrea Berton.

Dopo un anno al Four Season di Londra, Alessandro Breda apre il ristorante Al Capitello, a Corbanese di Tarzo, che gestisce per sei anni, prima di approdare al suggestivo Gellius di Oderzo, in provincia di Treviso, dove conquista una stella Michelin.

 

Alessandro Breda: la cucina moderna dello chef trevigiano

Il ristorante Gellius, inserito nello splendido contesto architettonico di una torre carceraria di epoca romana, affacciata sulla scenografica Piazza Grande di Oderzo, è la casa dello chef stellato Alessandro Breda tra le celebrità dell’alta cucina del Forte Village Resort.

Quella di Breda è una cucina contemporanea fatta di studio e ricerca che si traduce in piatti capaci di omaggiare il territorio della provincia trevigiana e la tradizione gastronomica italiana senza rinunciare al valore dell’innovazione che si esprime in abbinamenti ricercati, capaci di esaltare le materie prime.

Il rispetto della stagionalità dei prodotti, la ricerca d’ingredienti di prima qualità e lo studio delle tecniche di cottura sono gli elementi essenziali per un viaggio che accompagna il cliente alla scoperta dei sapori e degli aromi che compongono il piatto.

Il gusto per chef Breda è un insieme di sensazioni armoniose determinate dall’equilibrio di sapori, dove non mancano i contrasti generati anche dalla contrapposizione tra aromi e consistenze differenti che conquistano il cuore del cliente e diventano emozione, un ricordo indelebile che lascia il segno nella memoria e nell’anima.

Il cibo però non è solo una sensazione di piacere al palato, è anche bellezza, estetica del piatto, perché l’arte della presentazione, la disposizione del cibo e l’esaltazione dei profumi e dei colori degli ingredienti, sono parte integrante dell’esperienza di gusto.

“La mia cucina unisce tradizione e innovazione con uno sguardo alla migliore cucina regionale italiana. La definirei gustosa, salutare e sempre con un’idea” racconta Alessandro Breda che per gli ospiti del Forte Village ha pensato a una ricetta speciale: riso “affumicato” ai frutti di mare.

Ricetta

alessandro breda chef forte village

Riso “affumicato”ai frutti di mare

Preparazione

Aprire a vapore le vongole e i fasolari, tenere i frutti di mare a parte e l’acqua di cottura. Bollire la piovra e affettare sottilmente i tentacoli. Pulire le seppie e i calamari e tagliare i corpi a julienne. Rosolare gli scarti con pomodoro, timo e l’acqua dei frutti di mare per 40 minuti e passare il tutto al setaccio. Fare un brodo bianco di pesce con la pescatrice, sedano, carota e cipolla. Sobbollire per 40 minuti, spegnere, aggiungere la ricotta affumicata a pezzi e coprire. Lasciare in infusione per mezz’ora e filtrare. Tostare il riso a secco, bagnare con vino bianco, far evaporare e continuare la cottura con il brodo affumicato. Una volta al dente, spostare il riso dal fuoco, e dopo averlo fatto riposare, mantecarlo con l’olio d’oliva e il burro. Stendere su piatti piani la salsa ai frutti di mare nella ridotta, versarci il riso, guarnire con tutto il pesce intiepidito in olio d’oliva e spolverare con il nero di seppia seccato e polverizzato.

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr riso Carnaroli
  • 500 gr vongole
  • 200 gr seppie
  • 200 gr calamari
  • 200 gr fasolari
  • 300 gr piovra
  • 1 testa di pescatrice
  • 150 gr ricotta affumicata
  • 300 gr passata di pomodoro
  • 50 gr burro
  • 100 ml olio extra vergine
  • 1 sedano, carota e cipolla
  • timo
  • vino bianco

Vuoi vivere una vacanza di gusto e relax e provare le ricette dello chef Alessandro Breda in un vero paradiso? Scopri il Forte Village Resort in Sardegna.

 

Potrebbe piacerti anche

Ricette di alta cucina gourmet: 10 secondi piatti

Cucina gourmet ricette: 10 primi piatti da chef stellati

Paolo Simioni: la ricetta gourmet dell’Executive chef del Forte Village

Andrea Putzu: storia dello chef de cuisine di Le Dune

Questo sito utilizza Cookies per migliorare l'esperienza. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi