Riequilibrio muscolare: che cos’è e come si pratica

Riequilibrio muscolare: come lo stress incide sulla salute dei muscoli

Il benessere del nostro corpo passa anche dal riequilibrio muscolare che permette di ritrovare la mobilità articolare e restituisce forza ed elasticità ai muscoli, messi a dura prova da situazioni eccessivamente stressanti o da una scarsa attività fisica.

Non sottovalutare l’importanza del riequilibrio muscolare significa prendersi cura di sé e imparare ad ascoltare il proprio corpo per migliorare la flessibilità, la forza e il tono muscolare e alleviare tensioni  e rigidità causate da una vita frenetica, un lavoro sedentario, posture errate e dalla mancanza, o al contrario dall’eccesso, di una regolare attività fisica.

La tensione muscolare è la risposta del nostro corpo ai vari tipi di stress cui è sottoposto e l’irrigidimento dei muscoli può essere la causa di dolori che limitano, o in alcuni casi impediscono, lo svolgimento delle normali attività quotidiane e il corretto riposo notturno.

Lo stress agisce non solo a livello psicologico ma anche sul piano fisico, aumentando l’adrenalina, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca che provocano tensioni e spasmi muscolari. Particolari situazioni di sovraffaticamento influenzano anche l’attività del cortisolo, conosciuto con il nome di “ormone dello stress”, scoperto dal medico austro-canadese Hans Selye che identificò e descrisse la Sindrome Generale di Adattamento.

Oltre a quelle già citate, tra le cause della tensione muscolare ci sono anche ansia, danni da colpo di frusta, dolori cervicali cronici, malattie dell’apparato muscolo-scheletrico come la fibromialgia, dolori post parto, carenza di vitamine e sali minerali tra cui magnesio e potassio.

Quando ricorrere a un trattamento di riequilibrio muscolare per alleviare rigidità e tensioni e ritrovare sollievo? Ecco quali sono i principali campanelli d’allarme che coinvolgono varie parti del corpo:

  • collo rigido
  • schiena dolorante
  • mal di testa e pesantezza
  • vertigini e sbandamenti
  • stanchezza della vista
  • senso di indolenzimento
  • rigidità generale

Riequilibrio muscolare: come combattere l’irrigidimento dei muscoli

Un trattamento di riequilibrio muscolare, unito alla pratica di discipline che aiutano a tonificare i muscoli come l’Hatha Yoga, contribuisce al benessere psicofisico e aiuta a mantenere unamens sana in un corpore sano.

Scopriamo insieme come allevare le tensioni muscolari di gambe, schiena e della zona cervicale e lombare.

  • Ginnastica posturale: con il termine postura si fa riferimento ai tre tipi di posizione che il corpo umano può assumere nello spazio: posizione eretta (monopodalica o bipodalica), da seduti, in decubito (prono, supino, laterale). Una postura scorretta influisce sul benessere fisico e tra le conseguenze, oltre a problemi digestivi e di respirazione, ci sono dolori alle spalle e al collo, mal di schiena, atrofia e rigidità muscolare. La soluzione giusta per alleviare le rigidità è la ginnastica posturale, un insieme di esercizi mirati che contribuiscono al riequilibrio muscolare e correggono la postura.
  • Massaggio ayurvedico: il massaggio con olio Ayurvedico ha un’azione decontratturante e rilassante, aiuta a ritrovare l’elasticità muscolare, ristabilisce l’equilibrio tra mente e corpo e ha effetti benefici anche sulla circolazione linfatica e sanguigna.
  • Termoterapia: chiamata anche terapia termica, è un trattamento conosciuto sin dai tempi degli antichi Egizi, Greci e Romani e prevede l’uso del calore per scopi terapeutici. È una terapia indicata in caso di dolori e contratture muscolari, torcicollo e mal di schiena. Chi ricorre alla terapia termica può scegliere tra le fasce autoriscaldanti e adesive, che aiutano ad alleviare il dolore, e la luce laser, un valido strumento utilizzato per la cura di differenti patologie. La laserterapia ha una funzione antidolorifica e antinfiammatoria e attraverso il calore dona sollievo immediato, diminuendo il dolore e le tensioni a livello muscolare.
  • Il cibo: una delle affermazioni più famose del filosofo tedesco Ludwig Feuerbach, recita: “l’uomo è ciò che mangia”. La salute, quindi, dipende anche dal cibo che consumiamo e in una corretta ed equilibrata alimentazione non possono mai mancare magnesio e potassio, due minerali necessari al corretto funzionamento di muscoli, cuore e cervello,  che fanno bene anche alle ossa. Il potassio è presente in banane, patate, cavoli e spinaci mentre il magnesio si trova nella frutta secca, nei legumi, nella verdura a foglia verde e nei cereali integrali, tra i cibi consigliati per chi segue regimi alimentari come la dieta detox.
  • Meno stress e più pause: last but not least, in altre parole ultimo ma non meno importante, diminuire lo stress e concedersi delle pause serve a contenere l’affaticamento e contribuisce al riequilibrio muscolare. Organizzare meglio i propri impegni, non sovraccaricare le giornate con troppo lavoro, concedersi una passeggiata, fare movimento e curare l’alimentazione, fa bene ai muscoli e al benessere generale di corpo e mente.

Vuoi dimenticare lo stress e vivere una vacanza indimenticabile in un vero paradiso? Scopri il Forte Village Resort in Sardegna.

You May Also Like

Biolifting: tutti i segreti della dottoressa Hakimova

Ashtanga Yoga: significato, origini e benefici

Vinyasa yoga: che cos’è e perché fa bene

Cucina Ayurvedica: che cos’è e quali benefici porta all’organismo

Questo sito utilizza Cookies per migliorare l'esperienza. Continuando la navigazione o scorrendo la pagina accetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi